Dispensa invernale atto II: More selvatiche

Secondo capitolo dedicato alla conservazione ma sopratutto al ricordarsi di raccogliere ciò che l’Estate porta gratuitamente.

Le More vengono a mio avviso decisamente sottovalutate.. ce ne ricordiamo solo quando servono (spesso per i dolci o macedonie sfiziose) e al supermercato i prezzi non sono mai economici, quando invece basterebbe darsi un occhiata intorno se siamo nei boschi o in aperta campagna, per notare uno di quei rovi di confine bruttini alla vista ma che celano i preziosi delicati e saporiti frutti di bosco.

Questa è la mia raccolta di quest’anno, o meglio la prima.. le piante sono stracolme. Indecisa se farne della marmellata o una crostata potrei anche gettarle nello yogurt fatto in casa sfruttandone la rarissima freschezza :)

In caso di dubbio troppo lungo, è possibile anche congelarle: una semplice pulizia con un panno umido e via, nelle teglie di alluminio, tenendole distanziate se serviranno in perfetta forma. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: