Scorzette di agrumi al cioccolato

12644948_948217451900507_3340322640846531449_nQuest’anno gli alberi ci hanno donato moltissime arance, ed erano così grandi, buone e dolci che ce le siamo letteralmente litigate… impegnatissimi a discutere su quelle dolci però, nessuno ha badato agli altri due alberi che, nel frattempo, esplodevano di quelle amare!
Le ho colte io ma non avendo molta voglia di farne marmellata ho dovuto pensare a qualcosa di alternativo e così, visto il San Valentino alle porte, ho pensato di farne delle scorzette candite: mi pareva infatti anche una buona idea da regalare in caso di esito positivo. Per questo non badate troppo alla forma grossolana della foto: sono state le prime, atte a studiarne il procedimento!!

Ingredienti: arance, limoni e cedri – 1/2lt acqua – 400gr zucchero -cioccolato – carta da forno o griglia a trama fitta, pinze

  • Lavare e sbucciare gli agrumi a spicchi, pulirli dalla parte bianca (amara), tagliarli a fettine di circa 5mm e metterli in acqua fredda. (Con la polpa avanzata volendo ci sono due soluzioni veloci: succo da bere o pezzettoni in insalata con scaglie di grana e aceto balsamico).
  • In una casseruola sciogliere circa 1/2 lt d’acqua con 400gr di zucchero e quando comincia a bollire unire le scorzette di arance, cedri o limoni lasciandole per circa 15, 20 minuti a caramellare, girando di tanto in tanto.
  • Infine ogni spicchio va messo a scolare sulla griglia (io ne ho usate due incrociate sul lavandino); passato il tempo necessario affinchè si rapprendano un poco (circa 2 ore) sciogliere il cioccolato in un pentolino (se avete tempo a bagnomaria) e intingere ogni spicchio per 3/4 per poi adagiarlo sulla griglia (o su carta da forno) a freddarsi. Finito il procedimento se rimangono troppo morbide, riporre nel freezer il tempo utile a farle rapprendere al meglio.

Non amando il cioccolato troppo dolce, ho preferito sciogliere un paio di cubetti che avevo d’avanzo con della polvere di cacao amaro e un paio di dita di latte: è importante infatti che la consistenza non sia troppo densa ma al contempo neppure liquida finendo per sgusciare via dalla copertura. Deve infatti rimanere abbastanza densa così da seccarsi 12670174_948217541900498_4679694342219148467_nricoprendo per bene la scorzetta.

Il procedimento è molto semplice, l’unico problema è che porta via molto tempo considerando quello d’attesa e di lavorazione spicchio per spicchio. Il risultato però è impareggiabile.. e sono inoltre un delizioso pensierino da portare chiuso in carta trasparente infiocchettata di tutto punto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: