New Pots

Sarà stato il venticello fresco col sole, oppure che avevo voglia di rinnovare quell’angolo dimenticato d’inverno rendendolo più armonioso.. fatto sta che mi sono armata di colori, pennelli, straccetto, carta adesiva, e per le ore che sono venute ogni cosa che mi è passata sotto mano è divenuta verde o rosa..
Non so quanto le foto possano rendere davvero l’effetto finale con le tonalità a ben sposarsi, comunque ecco il risultato

a

b

c

Con veramente poco si può rinnovare l’angolo piante . Il prossimo passo ora però, sono le tavole!

Annunci

Bird Feeder DIY – mangiatoia per uccelli II

Era tempo che ne volevo una ma alla fine.. ho costruito da me la mangiatoia per uccelli ! :)

Cosa serve:

  1. legno
  2. chiodi
  3. martello
  4. seghetto
  5. carta abrasiva
  6. colla a caldo
  7. pennello
  8. vernice per legno esterno
  9. pennarello indelebile nero
  10. corteccia, rametti, pigne..

Come si fa la struttura:

Tagliare 3 pezzi di legno uguale e scartavetrarli.
Inchiodare 2 pezzi insieme per fare il tetto come evidenziato dal cerchietto nella foto (2 + 3) .
Inchiodare il tetto all’asse portante (1).
Inchiodare il terzo ed ultimo pezzo (4) all’asse portante (1).
(entrambi si inchiodano ovviamente da dietro ;) ).
Tagliare un triangolino con l’inclinazione di quello formato dalle due assi del tetto; con il pennarello nero disegnare, scriverci etc.  e incollarlo al tetto (all’interno del cerchietto nero, e come da foto sotto).
Passare la vernice per il legno su tutta la struttura (compreso il disegno) per proteggerlo dall’acqua e da dargli una sorta di lucidatura uniforme.

Come Decorare:

– Prendere dei pezzi di corteccia, dei rametti, delle pignette, e pulirli bene dai residui con un pennello asciutto.
Tagliare corteccia e i rametti a pezzi e, suggerisco, cominciare a decidere quali utilizzare per dove (ad esempio per la cornice io ho usato la corteccia piu fine, mentre per il tetto e il retro  quella piu spessa e granulosa).
Scaldare la colla e attaccare la corteccia sul tetto partendo dal basso verso l’alto.Una volta creata la base riempire gli spazi vuoti con i pezzetti piu piccoli e fissare i punti rimasti instabili.
– Per il dietro aiutarsi con il seghetto cercando di tagliare quanto piu similmente possibile, due pezzi di corteccia spessa ed incollarla orizzontalmente al retro della base; a seguito girare il tutto e fissare gli spazi vuoti verticali con altra colla per garantire una solidità maggiore.
– Tagliare e incollare i pezzi piu sottili e preferibilmente piu uniformi alle cornici.
Aggiungere infine i rametti e le pigne.

Note:

– Tempo previsto:  un pomeriggio circa  (dipende anche dalla rapidità della vernice)
– L’asse portante (se abbastanza lunga cosi da non essere raggiunta dai gatti.. ) si puo interrare direttamente;  in caso contrario tagliare appena sotto la base avendo cura di lasciare qualche dito per poi poterla fissare ad un tronco, al muro etc.

Sostegni per rampicanti

Non ricordo come ho avuto i semi dell’Eccremocarpus (pianta rampicante di origine cilena che solo poi ho saputo poter raggiungere anche i 3 metri di altezza!), ad ogni modo stanno crescendo talmente veloci che ho dovuto prendere rapide contromisure adatte a qualsiasi rampicante.
Con un fil di ferro verde ho creato una struttura di sostegno rapida ed economica:
semplicemente dopo avergli dato forma ho inserito le estremità ai lati del vaso, in terra e in profondità. Nel giro di una settimana è già quasi ricoperto.. ogni giorno è una sorpresa :D

Il sostegno è simile al simbolo della Bilancia -che allego per rendere l’idea- creato seguendo la forma superiore, solo che a differenza di questa le braccia del semicerchio sono in verticale, lunghe sino alla fine del vaso.
Poichè sta crescendo a dismisura l’intenzione è quella di crearne un altro piu grande sopra il primo. Se ce la farà..posterò :) Sono in trepida attesa dei fiori ehehe.. ho un solo dubbio: ..il vaso sarà mica troppo piccolo?

Mattonelle Furbe

Le Mattonelle sono una buona risorsa per tante cose: c’è chi le dipinge, chi le usa come decoro da parete (addirittura in quadretti se particolarmente carine), chi le usa in cucina come sottopentola o per fare le caramelle, come sottovasi o al posto dei ciottoli per dotare maggiore stabilità ai vasi..

In questo caso dovendo alzare-salvare la pianta dall’assalto dei gatti le ho sovrapposte ingentilendole con un motivo “Stellato“. Per dare l’effetto ho semplicemente giocato con la quadratura contrapponendo un dritto a un obliquo.

I fiori sono salvi e le mattonelle riciclate in una sola mossa =)

Idee da Giardino

La prima Domenica di sole è stata perfetta per cominciare a lavorare un’po in giardino. Per prima cosa approfittando della terra ancora umida di pioggia ho tolto un bel’po di erbacce.

Poi presa da raptus primaverile ho pensato bene di sistemare la prima Stradina:

l’anno scorso avendo rimediato dei sassolini bianchi ho pensato di costruirle per raggiungere -e meglio lavorare- gli angoli inaccessibili dell’aiola senza pensare ai possibili problemi nel disporli semplicemente in terra. Al contatto con questa infatti  sono cresciute moltissime erbacce in mezzo ai sassi tanto da ricoprirli interamente, inoltre il fango li aveva sporcati e infossati, di conseguenza si era praticamente dimezzata in altezza. Quindi:
– ho livellato il terreno, poi ho tagliato e bucherellato una busta di plastica della misura giusta e l’ho stesa. Ho sistemato i bordi sottoterra e infine l’ho ricoperta con i sassolini lavati. I buchi permetteranno all’acqua di fluire nel terreno ma al contempo la plastica di non far crescere le erbacce.

Ricacciando poi dei pezzi di marmo che riutilizzavo per  sollevare i vasi, ho pensato di disporli in modo da dare Risalto all’anforetta in cui, tra qualche tempo, nasceranno nuovi fiori.

Semplicemente li ho disposti a simil- incastro. Niente di che.. ma visivamente danno spicco all’angoletto buio dove spero inoltre, che presto anche l’Edera aiuterà a rendere piu “bucolico” =)

Oltre a questo, proseguendo l’idea di dare “leggerezza alla legnaia”
come dissi in questo post ..
ho messo dei nuovi fiorellini sui due mezzi tronchi ai lati della catasta di legna.

Un tocco femminile al cumulo; negli stessi vasi ho messo anche delle piantine a cascata cosi da ricoprire parzialmente il tronco quando cresceranno abbastanza ^_^

Mangiatoia per uccelli: Progetto Bocciato !

Volevo costruire una Mangiatoia per Uccellini (per la casetta e per il Bat-nido visto sul sito della LIPU non è aria ancora..) e quindi sbirciando in rete ho riciclato una bottiglia di plastica che dalla foto sembrava una cosuccia accettabile.
Ad essere venuta è venuta ed è anche funzionale.. peccato sia davvero orrida come si può ben vedere !
Forse il problema sta nel fatto che la bottiglia è verde mentre quelle americane sono più grandi e trasparenti? Fatto sta che sembra che qualcuno abbia rivoltato un sacco della spazzatura nel mio giardino…

Inoltre i furbissimi uccellini, che dopo qualche tempo di seria monitorazione hanno pensato bene di evitare accuratamente la piccola discarica verde, non hanno atteso che una manciata di minuti per gettarsi invece a picco sui semetti che ho poi piantato in terra (Girasoli) quando mi sono disfatta della mangiatoia riciclata.

Indi..niente da fare: Progetto Bocciato !!

Ortifichiamo !

Non solo gli amanti possono approfittare della Convenienza Autoprodotta che si ottiene possedendo un piccolo spazio verde, ne tutti hanno questa possibilità..ma un angolo in cucina o un terrazzo puo essere un piacevole inizio e bello da vedere con i giusti abbinamenti, sopratutto contando che si puo cominciare in qualsiasi momento dell’anno. Potrete sicuramente cominciare con qualcosa di semplice come gli Aromi.

pomodori e basilicoIn cucina infatti sono fondamentali aromi e ortaggi per uso quotidiano quali: Basilico, Rosmarino, magari anche Pomodori.. queste categorie oltre ad essere maggiormente gradevoli a vista ed olfatto, sono gestibili anche in piccoli spazi; facilmente reperibili le piantine possono essere collocate creando un grazioso angolo/serra. Per ridurre ulteriormente spazio un idea è quella della Consociazione (unire piu piantine in un unico vaso facendo però molta attenzione alle necessità idriche) tipica è quella: pomodori/basilico.

Se invece avete possibilità di gestire un Orto ..godrete d’Insalata e Rucola (1 confezione saranno sufficenti per 2 persone) Sedano, Finocchio.. rosmarino e broccolo dall'orto!

Contiamo che il costo s’aggira intorno a pochi spiccoli cad. (sia semi che piccole piantine) e che questa tiplogia ha un ciclo piu o meno perpetuo mentre Carote e Broccoli tanto per fare un esmepio (il mio primo a lato nell’immagine ^_^) hanno un ciclo unico e quindi potreste divertirvi a tentare senza troppe obbligazioni.
In particolare Erba Cipollina, Fragole (da annaffiare dal sottovaso) e Peperoncino.. sono coltivabili anche in vaso (sopratutto le Fragole che spesso tendono ad allargarsi) e particolarmente estetiche a ravvivare vista.

I metodi Conservativi sono svariati.
Anche se non consumerete subito, tagliare fa sempre bene: rinforza e stimola nuove produzioni quindi Osate e in caso potete:

  • lavare, asciugare e impacchettare Salvia, Menta, Broccoli, Pomodori..e mettere in Freezer.
  • essiccare e tritare Erba Cipollina (anche se vista l’estrema resistenza è molto meglio coglierla direttamente dal vaso perenne), Timo, Basilico, Peperoncino, Rosmarino..mettendoli in contenitori ben chiusi (questi in particolare,  sono magnetici e si possono attaccare sul frigo per esempio –>)
  • creare confetture, marmellate o condirci dolci ;) Fragole in vaso di coccio

VASI

Per cucina, serra o piccoli angoli (anche dell’orto) consiglio i vasi in Terracotta pochè lasciano traspirare terra e radici benchè piu pesanti e purtroppo costosi; le forme possono essere svariate (e meno costose se riciclate, metterò articolo apposito) di sicuro quelli stretti e lunghi vanno bene sui bordi (magari dietro il lavello) e potrete unire piu piantine sempre badando alle necessità comuni; piantine come i Pomodori possono avere necessità di supporti quindi sono ideali vasetti singoli triangolari per gli angoli (ove metterete un bastoncino poco visibile) questo ovviamente se non trattate quelli ‘striscianti’.

Ricordiamoci che non servono grosse quantità.. una piantina di ogni specie sara piu che sufficente.
Se abitate in città un tessuto riparatore per l’inquinamento aiuterà lo sviluppo sano, indispensabile sarà comunque lavare molto bene le verdure prima dell’utilizzo.
Inoltre, un orto rinsalda i rapporti ..spesso vi troverete a donare il surplus ad amici, vicini o colleghi che vi ringrazieranno non tanto per il risparmio, quanto per il gusto di cibarsi di prodotti SANI e SICURI

Dulcis in fundo per la mia gioia ecco un paio di prodotti del mio orticello oltre le fragolina qui sopra
Cavoli !

Erba Cipollina in vaso

Fragole in terra

A fine stagione avrete alleggerito il portafoglio in maniera consistente
avendo tolto tutti quegli inutili inquinanti e speculativi passaggi.. imballaggio, spedizione, rivendita, benzina, tempo.. senza contare che saprete ESATTAMENTE cosa mangiate !

« Older entries