Scorzette di agrumi al cioccolato

12644948_948217451900507_3340322640846531449_nQuest’anno gli alberi ci hanno donato moltissime arance, ed erano così grandi, buone e dolci che ce le siamo letteralmente litigate… impegnatissimi a discutere su quelle dolci però, nessuno ha badato agli altri due alberi che, nel frattempo, esplodevano di quelle amare!
Le ho colte io ma non avendo molta voglia di farne marmellata ho dovuto pensare a qualcosa di alternativo e così, visto il San Valentino alle porte, ho pensato di farne delle scorzette candite: mi pareva infatti anche una buona idea da regalare in caso di esito positivo. Per questo non badate troppo alla forma grossolana della foto: sono state le prime, atte a studiarne il procedimento!!

Ingredienti: arance, limoni e cedri – 1/2lt acqua – 400gr zucchero -cioccolato – carta da forno o griglia a trama fitta, pinze

  • Lavare e sbucciare gli agrumi a spicchi, pulirli dalla parte bianca (amara), tagliarli a fettine di circa 5mm e metterli in acqua fredda. (Con la polpa avanzata volendo ci sono due soluzioni veloci: succo da bere o pezzettoni in insalata con scaglie di grana e aceto balsamico).
  • In una casseruola sciogliere circa 1/2 lt d’acqua con 400gr di zucchero e quando comincia a bollire unire le scorzette di arance, cedri o limoni lasciandole per circa 15, 20 minuti a caramellare, girando di tanto in tanto.
  • Infine ogni spicchio va messo a scolare sulla griglia (io ne ho usate due incrociate sul lavandino); passato il tempo necessario affinchè si rapprendano un poco (circa 2 ore) sciogliere il cioccolato in un pentolino (se avete tempo a bagnomaria) e intingere ogni spicchio per 3/4 per poi adagiarlo sulla griglia (o su carta da forno) a freddarsi. Finito il procedimento se rimangono troppo morbide, riporre nel freezer il tempo utile a farle rapprendere al meglio.

Non amando il cioccolato troppo dolce, ho preferito sciogliere un paio di cubetti che avevo d’avanzo con della polvere di cacao amaro e un paio di dita di latte: è importante infatti che la consistenza non sia troppo densa ma al contempo neppure liquida finendo per sgusciare via dalla copertura. Deve infatti rimanere abbastanza densa così da seccarsi 12670174_948217541900498_4679694342219148467_nricoprendo per bene la scorzetta.

Il procedimento è molto semplice, l’unico problema è che porta via molto tempo considerando quello d’attesa e di lavorazione spicchio per spicchio. Il risultato però è impareggiabile.. e sono inoltre un delizioso pensierino da portare chiuso in carta trasparente infiocchettata di tutto punto!

Giochi di carta

Sono stata ferma a causa di un taglietto su un dito..di quelli che non sai come ti fai, che non rimarginano e, sopratutto, fanno un male cane visto che ci sbatti continuamente!

Una pausa quindi che mi ha fatto posare gli occhi sulla carta e spostare la fantasia altrove, su temi scrap ad esempio, da alterare in puro stile Fogliaviola. E quindi eccomi qui con nuovi diari (di cui come sempre trovate le descrizioni su facebook) pronti ad essere adottati.. =)

due carta

Candele e ancora candele

Sono tornata alla cera,. L’ultima volta fu quando pubblicai i pensierini di Natale “Candele per Regalo” .. ecco, ci risiamo..solo che stavolta i regali sono più articolati.

Eccone una prima versione nei toni e fragranze della Lavanda!

candele

Halloween collage

Collage delle passate feste di Halloween.. tra cui la mia amorevole NO-“CHEEESE”-CAKE! ;)

Halloween – spider cheesecake

La cheesecake è una torta a base di crema di formaggio semplicissima da fare ed il web è pieno di ricette a questo proposito, perciò stavolta condividerò solamente l’idea: una veloce decorazione per Halloween.
Quest’anno infatti andavo molto di fretta e non avendo tempo per decorare la torta con tutta la ragnatela angolo per angolo, ho risolto così.

Basta creare uno stencil su carta e, adagiando delicatamente il foglio sulla base già fredda, spolverizzare con polvere di cacao.

aaaaa

 

Wind Chimes DIY

Sonaglino a vento viola vento1 riutilizzando cosine recuperate e avanzi di nastrini partendo da una base di fil di ferro lavorata a stella =)

Nuova vita alla cassapanca

Dopo  Nuova vita al Baule ecco “nuova vita alla cassapanca”!
Anche qui ho pensato di ridare vita ad una bella cassapanca abbandonata che fortunatamente era senza danni evidenti o comunque troppo rognosi da risolvere tanto da doversi rivolgere, magari, ad un falegname.
Come per il baule ho proceduto nel pulirla, togliere chiodi, sostituire i pezzi rovinati e sistemare gli inestetismi con i correttori; vernice protettiva lucida e sacchetti profumati invece per l’interno (già stracolmo, of course) hanno completato l’opera.
Purtroppo mi è stato categoricamente vietato di rimediare altri mobili visto che ormai lo spazio è colmo e rischiamo di uscire noi di casa :P

« Older entries