Strap and Go!

Era tanto che volevo condividere questo metodo che uso da anni per riciclare la carta. Ovviamente non parlo di carta intonsa ma di tutte quelle fotocopie – stampe – lettere – avanzi di vecchie agende, diari, quaderni, notes, foglietti volanti vari.. carte in generale insomma… che hanno almeno un lato bianco. Le dimensioni invece non contano anzi, più sono diversificate e meglio è!

Perché? 
In primis si ricicla la carta accorgendosi dell’enorme quantità che normalmente si spreca gettandola ma si evita anche di buttare soldi comprando blocchi per appunti di poco conto ed è molto pratico e dinamico. Basta infatti allungare la mano e strappare. Non nascondo poi che la sensazione di “strap” diverte sempre molto (è un po come scoppiare le bolle d’aria della carta da pacchi insomma).

Ma i formati a che servono?
A prescindere dal colore, che siano a righe o a quadretti, è fondamentale che siano di dimensioni diverse: se al telefono devo appuntare un numero mi basta strappare una striscetta salvata magari ad un mini agendina, mentre per una conversazione dedita alle esigenze di un cliente, la bozza la butto giù su un bel foglio A4, ossia dietro una stampa venuta male (normalmente si cambia idea in corso d’opera o si preferisce modificare dopo i miei suggerimenti e per tante variegate modifiche è decisamente l’ideale); per un ordine d’acquisto personalizzato invece è meglio il formato ad elenco stretto e lungo etc.Tutto ciò che è bozza lo svolgo su questi fogli, così come la To Do List quotidiana, appunti da usa & getta .. tutto ciò che non deve essere presentato a chicchessia ma solo pratico per me.

13151676_1004084916313760_6820818307080798133_n.jpg
Come realizzare un blocco dinamico con carta riciclata:

  1. Reperire tutta la carta con almeno un lato bianco
  2. Bucarla in un angolo spingendola nell’anello di ferro aperto
  3. Chiudere l’anello intorno ad un gancio solido (o in alternativa ad un morsetto)

– Possibilmente cercare d’inserire il formato più grande dietro e a salire il più piccolo: sarà più facile reperire quello utile e rendersi subito conto dei formati a disposizione.
– L’anello si trova facilmente in cartoleria e, personalmente, lo appendo ad un morsetto che ho a lato della scrivania / tavolo da lavoro: in questo modo mi basta allungare un braccio..et voilà! 

Vi renderete davvero conto dell’enorme quantità di carta che normalmente avreste gettato e quanto invece avere un blocchetto vicino al telefono, in studio o alla scrivania, sia comodo!  Fatemi sapere se provate a realizzarlo e come vi trovate :)

Annunci

Scorzette di agrumi al cioccolato

12644948_948217451900507_3340322640846531449_nQuest’anno gli alberi ci hanno donato moltissime arance, ed erano così grandi, buone e dolci che ce le siamo letteralmente litigate… impegnatissimi a discutere su quelle dolci però, nessuno ha badato agli altri due alberi che, nel frattempo, esplodevano di quelle amare!
Le ho colte io ma non avendo molta voglia di farne marmellata ho dovuto pensare a qualcosa di alternativo e così, visto il San Valentino alle porte, ho pensato di farne delle scorzette candite: mi pareva infatti anche una buona idea da regalare in caso di esito positivo. Per questo non badate troppo alla forma grossolana della foto: sono state le prime, atte a studiarne il procedimento!!

Ingredienti: arance, limoni e cedri – 1/2lt acqua – 400gr zucchero -cioccolato – carta da forno o griglia a trama fitta, pinze

  • Lavare e sbucciare gli agrumi a spicchi, pulirli dalla parte bianca (amara), tagliarli a fettine di circa 5mm e metterli in acqua fredda. (Con la polpa avanzata volendo ci sono due soluzioni veloci: succo da bere o pezzettoni in insalata con scaglie di grana e aceto balsamico).
  • In una casseruola sciogliere circa 1/2 lt d’acqua con 400gr di zucchero e quando comincia a bollire unire le scorzette di arance, cedri o limoni lasciandole per circa 15, 20 minuti a caramellare, girando di tanto in tanto.
  • Infine ogni spicchio va messo a scolare sulla griglia (io ne ho usate due incrociate sul lavandino); passato il tempo necessario affinchè si rapprendano un poco (circa 2 ore) sciogliere il cioccolato in un pentolino (se avete tempo a bagnomaria) e intingere ogni spicchio per 3/4 per poi adagiarlo sulla griglia (o su carta da forno) a freddarsi. Finito il procedimento se rimangono troppo morbide, riporre nel freezer il tempo utile a farle rapprendere al meglio.

Non amando il cioccolato troppo dolce, ho preferito sciogliere un paio di cubetti che avevo d’avanzo con della polvere di cacao amaro e un paio di dita di latte: è importante infatti che la consistenza non sia troppo densa ma al contempo neppure liquida finendo per sgusciare via dalla copertura. Deve infatti rimanere abbastanza densa così da seccarsi 12670174_948217541900498_4679694342219148467_nricoprendo per bene la scorzetta.

Il procedimento è molto semplice, l’unico problema è che porta via molto tempo considerando quello d’attesa e di lavorazione spicchio per spicchio. Il risultato però è impareggiabile.. e sono inoltre un delizioso pensierino da portare chiuso in carta trasparente infiocchettata di tutto punto!

Giochi di carta

Sono stata ferma a causa di un taglietto su un dito..di quelli che non sai come ti fai, che non rimarginano e, sopratutto, fanno un male cane visto che ci sbatti continuamente!

Una pausa quindi che mi ha fatto posare gli occhi sulla carta e spostare la fantasia altrove, su temi scrap ad esempio, da alterare in puro stile Fogliaviola. E quindi eccomi qui con nuovi diari (di cui come sempre trovate le descrizioni su facebook) pronti ad essere adottati.. =)

due carta

Owl Bookmarks

Approposito di gufi.. sul tema dei diari con gufotti particolarmente decorati, ho creato anche i segnalibrioltre che sbizzarrirmi sul tema =) Che ve ne pare? 

Red Dragon

Fosse stato per me col rosso non avrei avuto nulla a che fare.. invece mi hanno commissionato un diario.. e la fantasia mi si è sprigionata fra queste fiamme ardenti con sprazzi d’oro! 

The Phial

Nasce da una commissione questa copertina che rappresenta una fiala alchemica in vecchio stile.
La boccetta è decorata con finte gemme rubino e una fine catenina mobile color bronzo. Come tappo sughero intagliato e levigato a mano con la stampa di un uccellino. Il colore predominante è il verde scuro messo in risalto da punti luce arcobaleno. 

Fantasy Diary V

Gufi & Gufi.. gufi ovunque! Anche su diari di varie dimensioni e su commissione. 
Qui ne espongo un paio con piccole variazioni.. “Blu & Argento” e “Verde & Oro”: entrambi ideati, disegnati e creati interamente a mano rendendoli un pezzo unico e personalizzato “handmade”!
Che ve ne pare? Vi piacciono? =)

« Older entries